Il dono della nuora

Presentato al Vico “Il dono della nuora”, romanzo della preside Pasqua Sannelli

Un libro “identitario”. Che parte dalla storia dei “vinti”, per sfatare lo stereotipo di un Sud allineato al regime fascista di Mussolini, attraverso la trama del romanzo storico e sociale.
E’ “Il dono della nuora”, edizioni Progedit, opera prima della prof.ssa Pasqua Sannelli, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Marconi – Michelangelo, presentata venerdì mattina, 26 maggio, nell’Aula Magna del Liceo G.B. Vico, alla presenza della dirigente scolastica del Vico, Iole De Marco, e della delagata comunale Sabrina Sannelli.

In apertura, la lettura di alcuni passi del romanzo, curata dalla prof.ssa Maria Elena Carrera e da Raffaella Mazzone di VC, con l’accompagnamento musicale di Angelo Maggi, VC, Andrea Lamola, IV E, e Serena De Stefano, VF.

Di grande efficacia, infatti, è la ricostruzione degli ambienti di vita e dell’universo mentale dei protagonisti, frutto del felice connubio tra “vero storico” e “vero poetico”, che fa rivivere davanti agli occhi del lettore la società della prima metà del Novecento, anche attraverso un registro linguistico vicino al parlato.

Come nei vecchi racconti di paese che l’autrice ascoltava da suo padre, rimanendone affascinata: proprio quella “magia” è stata la prima scintilla che l’ha portata a “dare voce a chi non ha voce”, mettendo a frutto da una parte le letture dei romanzi di Marquez, Calvino ed Hemingway, dall’altra, le ricerche documentarie d’archivio. In parallello, poi, l’abilità narrativa di evocare con le parole la forza dei sentimenti, espressa soprattutto attraverso la vicenda d’amore che lega Maria, la “nuora”, e Peppino.

La caratteristica precipua di questo romanzo è la genuinità, propria di una società semplice ma non semplicistica, che si differenzia rispetto al presente, ad esempio nell’attaccamento alle idee e alla politica. E’ un romanzo storico, ma anche psicologico, perchè ogni personaggio ha una sua propria caratterizzazione ed esprime la consapevolezza delle emozioni e del momento storico in cui vive.

Pasqua Sannelli, Dirigente scuola

STORIA

Dalla storia, insomma, una grande lezione di vita: “Dal seme di questo libro – ha sottolineato la preside Sannelli – può nascere un investimento per il futuro”. E ai ragazzi: “Non dimenticate mai di avere delle idee e di seguirle, appassionatevi alle cose, non rinunciate al desiderio di cambiare il mondo, perchè c’è ancora la necessità di battersi per la difesa della dignità e della libertà”. In breve, la sfida più importante: “Siate giovani inquieti, sempre alla ricerca di risposte”.

Tags

Leave a comment