FAI: la “Primavera” si avvicina…

Orgoglio delle proprie radici e promozione turistica. Ma anche formazione delle nuove generazioni e centralità della scuola. Le Giornate di Primavera del FAI, Fondo Ambiente Italiano, mirano a tutto questo, facendo leva su una carta vincente: gli apprendisti Ciceroni, studenti nei panni di guide turistiche, esperti del territorio e del suo patrimono storico – artistico.

Dopo il successo degli altri anni, anche per l’edizione 2018, il 24 e 25 marzo, saranno impegnati i nostri liceali: oltre sessanta ragazzi di dieci dicerse classi del biennio e del triennio più una classe completa, la V F.

Sabato mattina, in Aula Magna, la presentazione dell’iniziativa, coordinata dalla prof.ssa Silvana Viva, alla presenza del capo delegazione Fai di Taranto, Paolo Pirami, delle referenti locali del Fai, Rosa Natile e Silvana Caldarazzo, e dell’assessore al Turismo, Mimma Stano.

“Bisogna essere orgogliosi della terra dove si è nati, e imparare a considerarla un volano per la crescita del turismo” – ha esortato Pirami, che ha presentato agli alunni coinvolti nel progetto le finalità e l’organizzazione del Fondo Fai: attività finanziate al 90% da privati e solo al 10% da enti pubblici, iniziative di promozione di siti abbandonati, interventi di restauro, corsi di formazione, concorsi per le scuole. E poi tante attività di “marketing”, tra cui “I luoghi del cuore”, ed eventi nazionali, come le Giornate d’Autunno e di Primavera.

Per questa 26ma edizione delle Giornate di Primavera, a Laterza sono stati individuati tre siti, tra cui il Muma, Museo della Ceramica. E una novità: il Comune di Laterza è il primo in Puglia ad essere diventato sostenitore del Fai. Per ch volesse, invece, dare il proprio sostegno economico in ogni sito sarà allestita una postazione per ricevere offerte a favore della Fondazione.

La fase dei prepartivi, insomma, è partita. I dettagli saranno definiti nelle prossima settimane.

Tags

Leave a comment