“Mesoamerica”: il viaggio di Gaetano Appeso

Un viaggio, tante scoperte. E una certezza: il vero percorso è quello interiore.

E’ lo spirito che ha portato Gaetano Appeso, ufficiale della Marina, classe ’78, a viaggiare nei posti più sperduti della Terra, alla rierca delle antiche civiltà. Di qui il suo terzo libro, “Mesoamerica. Sulle tracce del serpente piumato”, Antonio Dellisanti Editore, presentato stamattina al Vico.

Presenti l’autore e l’editore, accolti dalla dirigente scolastica, Iole De Marco, e dalle classi terze del liceo, coordinate dalla prof.ssa Palma Martino, referente del progetto “Incontro con l’autore”.

Il viaggio, la scoperta dei nuovi siti archeologici, l’esplorazione di società lontane sono i temi con i quali Appeso ha intessuto la sua storia, che si svolge nel territorio anticamente abitato da Maya e Aztechi, sulle piste del mistero dell’idolo adorato da queste civiltà: il serpente piumato.

“E’ importante viaggiare – ha detto l’autore – perchè permette di vedere il mondo in modo diverso, apre la mente, amplia la nostra visione e sviluppa in noi un senso di adattamento e predisposizione verso ciò che viene considerato diverso”.

Tags

Leave a comment