PON 2014/2020: avviati tre percorsi per l’alternanza

E’ stato avviato al Vico il Pon 2014/2020 – “Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro”, Progetto “Lavoro e territorio”, che vede coinvolte tre classi IIIA, IIIB e IVD. Tutor i docenti: Maria Elena Carrera, Silvana Viva e Domenico Rosato.

Dalla relazione della prof.ssa Maria Elena Carrera i dettagli dei progetti:

“È stato presentato nel pomeriggio di Martedì 27 Marzo 2018 presso l’I.I.S.S. “G.B. Vico” nell’auditorium “Giovanni Paolo II” il progetto PON “Lavoro e territorio, nella Terra delle Gravine”, potenziamento del percorso di “Alternanza scuola-lavoro”. Una progettualità su cui riflettere e far riflettere dal momento che l’Alternanza non costituisce un’eccezione alla normale attività didattica, ma rappresenta l’anello di congiungimento fra utenti della scuola superiore di II grado e il futuro mondo universitario e lavorativo.
L’obiettivo principale è quello di educare e sensibilizzare alla cultura della sostenibilità, partendo da quelli che sono i principi dell’educazione all’ambiente, fino ad arrivare alla conoscenza delle aziende locali, formando una coscienza ecologica non disgiunta da una coscienza di marketing territoriale della “Terra delle Gravine” e ad una rielaborazione in rete dei dati conosciuti ed osservati. Il progetto è finalizzato all’orientamento degli studenti verso un percorso di studio universitario e/o di lavoro, basato sulle tematiche ambientali, turistiche e di sviluppo sostenibile, in un’ottica di potenziamento delle competenze trasversali, volte alla diffusione della cultura d’impresa.

 

Ben tre i percorsi di approfondimento del progetto:
La TERRA DELLE GRAVINE: Partendo dall’analisi del fenomeno “Turismo” (nella sua declinazione internazionale, nazionale, regionale e locale) e dal potenziale di sviluppo che esso rappresenta per l’economia di intere comunità, lo studente verrà guidato nella mappatura e catalogazione delle risorse e delle peculiarità del territorio locale con l’obiettivo di trasformarle in identità, immagine vincente e attrattiva nel mercato turistico, dunque, di prodotto economico. Gli studenti realizzeranno una strategia di marketing individuando i segmenti di pubblico a cui indirizzare la comunicazione, i contenuti e le peculiarità geografiche, sociali, culturali, enogastronomiche da valorizzare, nonché le strategie e i canali per diffondere il brand “Terra delle Gravine” e renderlo riconoscibile rispetto ai competitors.
La RETE DI ATTIVITÀ: Il percorso prevede la produzione e lo sviluppo di processi innovativi dal punto di vista ambientale e turistico, attraverso la costituzione di un gruppo di studenti che, operando con i partner del settore produttivo, sia capace di valutare e ri-valutare i prodotti legati al marketing territoriale.
La RETE WEB: Il terzo percorso vede convogliare insieme i dati dei precedenti moduli, con la realizzazione di uno strumento Web integrato con applicativi del Web 2.0 come prodotto per la promozione del territorio, valorizzando il patrimonio paesaggistico e naturalistico, l’enogastronomia della Terra delle Gravine in un’ottica di turismo etico e sostenibile, rispettoso dell’ambiente, del lavoro delle persone, della cultura locale. Il programma ha la finalità di potenziare il background digitale-tecnologico degli studenti e la creazione di una identità digitale del prodotto e della rete Terra delle Gravine.
Il progetto vedrà la collaborazione e scambio di conoscenze con il Parco dell’Adda Nord e l’Ecomuseo Adda di Leonardo (in Lombardia), al fine di offrire agli studenti un modello esemplare di parco e di gestione territoriale, per una migliore visione di sviluppo territoriale della Terra delle Gravine.
Il valore dell’approfondimento del percorso di Alternanza risiede nella capacità di dimostrare l’efficacia di una modalità di apprendimento (formale, non formale e informale), che include fasi di studio degli studenti, esperienze significative e attività mirate alla mobilitazione delle risorse degli studenti a fronte di compiti reali che conducono a risultati di valore, che possano essere riconosciuti e validati da esperti e testimoni del territorio. Per tale esperienza teorica e pratica sono stati individuate e coinvolte nell’attività progettuale le classi 3 A – 3 B (liceo scientifico tradizionale) e la classe 4 D (liceo scientifico scienze applicate). Inoltre sono stati individuati Tutor interni, abbinati rispettivamente alle classi suddette la prof.ssa Carrera Maria Elena, la prof.ssa Viva Silvana e il professor Rosato Domenico. I Tutor esterni individuati sono l’Architetto Rizzello Francesco, la Biologa Logroio Tania, l’Informatico Pupino Giuseppe. L’organizzazione si perfeziona con i partner aziendali (le Masserie Didattiche: Sierro Lo Greco, Valle degli Asini e Allegra Fattoria delle Murge, il CEA Parco delle Gravine, gli Info Point di Ginosa e di Laterza, il Comune di Laterza ed il Parco Terra delle Gravine), che accoglieranno gli studenti per una didattica induttiva ed empirica che li dirigerà verso una competenza generale e deduttiva.
Si ringrazia la Dirigente Iole De Marco, parte attiva e guida sicura dell’intero progetto”.

Tags

Leave a comment