Dolomiti lucane: natura, scienza e cultura

L’aria di montagna, la volta celeste, l’arte e la cultura. La sintesi di una “gita” scolastica attraversa il tempo e la storia, passando dal cielo alla terra. Anzi, alle rocce delle Dolomiti lucane.

Comune di Pietrapertosa  e Osservatorio astronomico di Anzi sono state oggi le mete della visita guidata dei ragazzi delle classi IA, IB e ID , accompagnati dai docenti di Scienze, Mariarosa Bongermino, Concetta Casarola e Antonio Cillo. Punto di forza dell’uscita, infatti, era la visita all’Osservatorio astronomico e al Planetario di Anzi, una struttura collocata sul monte Siri e dotata di un telescopio tra i più avanzati del Sud Italia, nonché di un Planetario con cupola dal diametro di dodici metri che permette di osservare tutta la volta celeste.

Ma non si è trattato solo di scienza e tecnologia: nella lezione odierna al Planetario, i nostri alunni hanno potuto approfondire anche gli aspetti antropologici legati alle costellazioni, racchiusi non solo nella mitologia greco – romana, ma anche in quella orientale e dei popoli dell’Oceania.

Dalle stelle alle rocce, il programma dell’uscita didattica ha permesso di svolgere la visita del piccolo centro di Pietrapertosa, a 1000 metri di altitudine, e un percorso naturalistico sui sentieri del Parco delle Dolomiti lucane, ancora innevato. Un paesaggio suggestivo, sospeso tra la nuda terra e il cielo.

Leave a comment